PROMOS Interreg ITA-AT project- image taken from previous Interreg INCARDIO project showing Cell therapy-induced vessels developed to revascularize ischemic tissues

Rafforzare l’ecosistema biomedico: PROMOS, collaborazione Interreg Italia-Austria

26 febbraio 2024 – L’incontro di avvio di PROMOS si svolge presso l’ICGEB di Trieste, con l’obiettivo finale di trasferire i risultati dalla scienza alla società.

Il progetto PROMOS mira a promuovere l’ecosistema biomedico italo-austriaco e la creazione di nuove PMI biomediche attraverso un percorso di trasferimento tecnologico transfrontaliero dal mondo accademico al mercato e alla clinica.

“Questo programma Italia-Austria”, spiega la Prof.ssa Serena Zacchigna, Lead Partner dell’ICGEB, “si propone di colmare il gap del trasferimento tecnologico in ambito accademico per sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e innovazione e l’introduzione di tecnologie avanzate nelle Scienze della Vita”.

All’incontro di avvio a Trieste erano presenti i rappresentanti del donatore, della Regione FVG e degli istituti partner, tra cui Eurac Research, Medizinische Universität Innsbruck, Kärnten University of Applied Science, NOI Spa, e i partner associati Polo Tecnologico Alto Adriatico Andrea Galvani, Lakeside Science & Technology Park , and Health Hub Tirol. Presenti anche rappresentanti dell’industria biotecnologica, medici, e studenti.

PROMOS si concentrerà su tre assi: università e industria, per facilitare l’implementazione di soluzioni innovative e la condivisione di buone pratiche, formazione, per rafforzare la cultura del trasferimento tecnologico nei centri di ricerca, e cooperazione transfrontaliera, per aumentare la capacità di capitalizzare i risultati scientifici.

In modalità ibrida, i partecipanti provenienti da tutto il consorzio (5 partner e 3 partner associati) hanno spiegato come verrà gestito il progetto. Finanziato per due anni (2024-2026), per oltre 1,1 milioni di euro, circa il 70% del budget è costituito da finanziamenti dell’Unione Europea.

Il territorio dell’ITA-AT vanta un’eccellente produzione scientifica. Tuttavia, esiste uno squilibrio tra domanda e offerta di innovazione, dovuto a una scarsa cultura del trasferimento tecnologico nel mondo accademico. Per consentire al territorio di sfruttare appieno il proprio potenziale di Ricerca e Innovazione (R&I), valorizzando le specificità regionali, si intende sviluppare un modello di cooperazione in grado di trasferire i risultati dalla scienza alla società.

Partendo dall’ecosistema biomedico, PROMOS implementerà un percorso standardizzato per trasferire i risultati della ricerca al mercato e alla clinica. La collaborazione tra università e industria e il confronto tra le normative dei due Stati faciliteranno l’implementazione di soluzioni innovative e la condivisione delle migliori pratiche. Un programma di formazione aiuterà i ricercatori a trasformare i loro risultati in prodotti reali. Verrà creata un’alleanza transfrontaliera con PMI, poli di innovazione, università e istituti di ricerca per garantire la sostenibilità delle soluzioni sviluppate. PROMOS aumenterà la capacità di capitalizzare i risultati scientifici, trasformandoli in prodotti commercialmente e socialmente utili, in un modello che potrà essere replicato in altri settori ed esteso ad altri territori, dove mancano PMI biomediche.

Gli obiettivi del progetto mirano a rafforzare le capacità di innovazione dell’ambiente biomedico situato nell’area transfrontaliera Italia-Austria, creando un ecosistema favorevole allo sfruttamento dei risultati, attraverso la collaborazione con le aziende esistenti e lo sviluppo di nuove start-up nell’area del programma. Facilitare lo sviluppo di farmaci biologici e la loro applicazione clinica, migliorare la formazione dei ricercatori nel trasferimento tecnologico attraverso seminari, workshop e scambio di conoscenze, e creare un’alleanza transfrontaliera di PMI, cluster di innovazione, università e istituti di ricerca come think tank per migliorare l’accesso ai risultati della R&I e sostenere l’adozione a lungo termine di nuove soluzioni biomediche sviluppate dal progetto.