Brevetti

Il Centro, secondo il suo Statuto, deve brevettare i risultati ottenuti dai progetti di ricerca nei campi dell’ingegneria genetica e delle biotecnologie. Attulamente, il Centro è titolare di 55 domande di brevetto.

In linea con il suo mandato, il Centro ha sviluppato una politica per lo sfruttamento dei diritti di proprietà intellettuale a tutto vantaggio dei Paesi Membri. Le linee guida in materia di sfruttamento della proprieta intelletuale (PI) stabiliscono che l'accesso ai diritti di proprietà intelletuale derivanti dai risultati della ricerca del Centro, deve essere garantito ai Paesi Membri e ai Paesi in via di sviluppo non membri secondo le convenzioni internazionali in vigore.

Procedura

Dopo il deposito della domanda di brevetto, l'ICGEB è tenuto a pubblicare l'informazione sul proprio sito web. I Paesi Membri interessati possono così notificare all'ICGEB il loro interesse a fruire dell'invenzione.

Obiettivi

L'obiettivo della politica in materia di PI e dei benefici materiali ad essa associati è di promuovere lo sviluppo, la produzione e l'applicazione su vasta scala delle biotecnologie, con particolare attenzione al potenziamento di capacità e competenze nei paesi in via di sviluppo.

Compito dell'ICGEB è quello di promuovere un approccio innovativo per le relazioni industriali a livello globale, attraverso forme di partnership con società interessate alla commercializzazione dei risultati della ricerca nel campo delle biotecnologie.

Trasferimento Tecnologico

Uno degli obiettivi principali dell’ICGEB e’ quello di cooperare con i paesi emergenti e in via di sviluppo con l'obiettivo di migliorare le conoscenze scientifiche e tecnologiche di questi ultimi (Art. 2 (b) dello Statuto). A tale fine lo Statuto del Centro prevede che l’ICGEB abbia un rapporto privilegiato con il settore industriale, attraverso la conclusione di accordi finalizzati al trasferimento tecnologico dei processi innovativi sviluppati dal Centro

Ad oggi, il Centro ha concluso oltre 70 accordi con partner industriali in Argentina, Brasile, Cina, Cuba, Egitto, Emirati Arabi Uniti, India, Iran, Pakistan, Sri Lanka, Stati Uniti, Sud Africa, Turchia, Uruguay e Venezuela.

Il trasferimento tecnologico consiste in un periodo di formazione, presso i laboratori del Centro, di un numero di dipendenti del partner industriale. Al termine di tale periodo vengono consegnate al partner industriale le linee cellulari geneticamente modificate nonché i protocolli per la produzione, purificazione e controllo di qualità della tecnologia in questione. In alcuni casi gli scienziati dell'ICGEB offrono assistenza sul posto al partner industriale al momento di riprodurre il procedimento acquisito.

Oggi l'ICGEB ha due gruppi di ricerca dedicati ai trasferimenti di tecnologia, uno attivo nella Componente di Trieste e l'altro in quella di New Delhi. Presto sarà attivo anche un terzo gruppo presso la Componente di Cape Town.

 

Per ulteriori informazioni contattare:
Martina Viviani
Head, Fundraising, TT and Innovation
ICGEB, Padriciano 99, 34149 Trieste, Italy

Tel: +39-040-3757365, Fax: +39-040-226555,
e-mail: vivianiicgeb.org

ICGEB Sede

AREA di Ricerca
Padriciano 99
34149 Trieste
ITALIA
Tel: +39-040-37571
Fax: +39-040-226555
icgebicgeb.org
Indirizzi

 

tl_files/iTunes_Badge_Color_master_10251024.png

 


tl_files/FB.png
 tl_files/Twitter_logo_blue-1def.png tl_files/rss.png
tl_files/LinkedIn-InBug-2CRev2.png tl_files/YouTube.png