Trieste NEXT 2015: BIOlogos The Future of Life, 4a edizione


TRIESTE NEXT 2015
: LA QUARTA EDIZIONE BIOLOGOS: THE FUTURE OF LIFE


"Quali sono i nuovi scenari che la biomedicina, le biotecnologie, la bioinformatica, l’alimentazione e la cura della persona stanno tracciando? Quali sono le nuove sfide della ricerca scientifica in questi ambiti? Il bio-high-tech è il nuovo fiore all’occhiello del made in Italy? Sono questi solo alcuni dei temi e degli straordinari ambiti di crescita e sviluppo scientifico e imprenditoriale che verranno discussi nel corso della quarta edizione di Trieste Next – intitolata “BIOlogos – The Future of Life”.

In Piazza Unità dal 25>27 settembre
Anche quest’anno l’ICGEB partecipa con tante novità allestendo un piccolo laboratorio per grandi e piccini per cimentarsi in esperimenti e toccare con mano l’affascinante mondo della Scienza.

Rassegna stampa:

La stampa(Novara), 30 settembre 2015: Dai farmaci fino all'agricoltura il futuro e' Biotech

Il Piccolo, 28 settembre: Next chiude con il Nobel a quota 40 mila

Trieste Prima, 28 settembre: Conclusa "Trieste Next 2015", 40mila persone hanno preso d'assalto Piazza Unità

Il Piccolo, 26 settembre: Scienza e impresa dialogano a Next

Il Piccolo, 24 settembre: Così Piazza Unità diventa laboratorio all'aperto per le scuole

Il Friuli, 18 settembre: Trieste Next esplora le frontiere della scienza

Altri eventi ICGEB:

ven 25 settembre
Iris Bertani. Laboratorio di Batteriologia, sul microbioma e la salute delle piante (Area Talk, Piazza Unità,  ore 19.30 - 20.00)

Sabato 26 settembre
Mauro Giacca sugli OGM (Museo Revoltella, ore 16:30), e sulle cure del futuro: medicina rigenerativa (Regione FVG, Cortile interno, ore 18:30)

Oscar Burrone sulle Vaccinazioni tra biotechnolgie, scienza e società (Area Talk, Piazza Unità, ore 15:00), e

Serena Zacchigna su come conoscere il DNA aiuta a curare meglio (Area Talk, Piazza Unità, ore 12:00), e sulle nuove molecole per la cura delle malattie cardiovascolari (Area Talk, Piazza Unità, ore 19.30 - 20.00)

ICGEB ospita visite guidate nei propri laboratori nell'AREA Science Park, i giorni 25-26 settembre per il progetto studenti.

Programma Completo NEXT

In programma dall"ICGEB, in Piazza Unità:

1. Come curare l'infarto con la Biologia molecolare (S. Zacchigna)

tl_files/News2015/next1.jpg

Nei laboratori di Medicina Molecolare, Biologia Cardiovascolare e Cardiologia Molecolare dell’ICGEB medici e biologi collaborano per la messa a punto di terapie innovative per le patologie cardiovascolari. I progetti mirano all’identificazione di geni, proteine e microRNA che regolano la formazione dei vasi sanguigni, la rigenerazione cardiaca e l’invecchiamento. Si stanno sviluppando approcci di terapie capaci di contrastare insorgenza e progressione delle principali malattie che colpiscono il cuore e i vasi sanguigni come infarto del miocardio, cardiopatia ischemica e scompenso cardiaco.

 

2. Studiare l'uomo partendo dal moscerino della frutta (R. Klima)

tl_files/News2015/next2.jpg

Il 75% dei geni umani associati a patologie ha un omologo nel moscerino della frutta, Drosophila melanogaster. Presso lo stand dell’ICGEB sarà possibile vedere al micoscopio i moscerini, parlare con i ricercatori e scoprire in che modo questo insetto sia protagonista nella ricerca scientifica. Sulla Drosophila sono possibili molti esperimenti di screening per problematiche legate all’invecchiamento, quali le malattie neurodegenerative. Il gruppo di Neurobiologia dell’ICGEB è focalizzato sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e la malattia di Alzheimer.


3. Soluzioni microbiche per l’agricoltura sostenibile (I. Bertani)

tl_files/News2015/next3.jpg

I batteri possono colonizzare organismi viventi, causando sia malattie che esercitando effetti benefici. Il gruppo di batteriologia dell’ICGEB studia in particolare i batteri associati alla pianta di riso, alimento base per più di metà della popolazione mondiale. I batteri associati alle piante possono essere patogeni o benefici. L’uso in agricoltura di batteri benefici è un’alternativa all’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici: essi possono sia agire come “BIOPESTICIDI”, eliminando i batteri patogeni, che come “BIOFERTILIZZANTI’’ fornendo alla pianta i nutrienti di cui essa necessita.

 

4. Come determinare la presenza di virus nel sangue (F. Benvenuti)

tl_files/News2015/next4.jpg

Per valutare la presenza nel sangue degli anticorpi che il nostro organismo produce durante un’infezione virale, utilizziamo una tecnica chiamata ELISA (Enzyme-Linked ImmunoSorbent Assay), grazie alla quale possiamo misurare da quanto tempo l’infezione è in atto. La tecnica consiste in una sequenza di reazioni chimiche alla fine delle quali si misura lo sviluppo di una soluzione colorata, la cui intensita è proporzionale alla quantità di virus presente.

 

5. Biologia Molecolare di base (P. Massimi)
tl_files/News2015/next5.jpg

Esperimenti semplici di biologia molecolare di base, adatti ad un pubblico eterogeneo: estrazione del DNA dalla propria saliva, visualizzazione delle cellule della mucosa della bocca, visualizzazione di batteri su piastre, colorazione delle radici delle piante, ed altro.

 

 

Go back

ICGEB Sede

AREA di Ricerca
Padriciano 99
34149 Trieste
ITALIA
Tel: +39-040-37571
Fax: +39-040-226555
icgebicgeb.org
Indirizzi

 

tl_files/iTunes_Badge_Color_master_10251024.png

 


tl_files/FB.png
 tl_files/Twitter_logo_blue-1def.png tl_files/rss.png
tl_files/LinkedIn-InBug-2CRev2.png tl_files/YouTube.png